Vai alla home di Parks.it

Fontane del Po e della Dora a Torino

La Fontana del Po in piazza CLN
La Fontana del Po in piazza CLN
La Fontana della Dora Riparia in piazza CLN
La Fontana della Dora Riparia in piazza CLN

Allegorie nel neorazionalismo di Piacentini

Le due fontane di trovano in piazza CLN, nel centro di Torino, e sono addossate al retro delle chiese di San Carlo e di Santa Cristina, la cui facciata prospetta invece su piazza San Carlo.
La costruzione delle due fontane risale al 1936 ed è contemporanea a quella della piazza CLN. Per la sistemazione del secondo tratto di Via Roma (cioè da Piazza San Carlo a Piazza Felice), ricostruita secondo i disegni dell'architetto Marcello Piacentini, il Comune di Torino approvò il progetto dell'ingegner Giuseppe Momo, il quale prevedeva «la formazione di due facciate monumentali in pietra da taglio verso la nuova piazzetta, intonate all'insieme architettonico delle località quale risulterà dal complesso dei nuovi palazzi: le due facciate comprenderanno due fontane con sculture allegoriche».
Si decise che le statue, dall'importante ruolo scenografico, avrebbero dovuto rappresentare i due maggiori fiumi cittadini, il Po e la Dora. Fu dunque bandito un concorso, aperto a tutti i giovani artisti dell'epoca, che condusse all'esame di 56 bozzetti. Alla fine vinse lo scultore Umberto Baglioni [Scalea 1893 - Torino 1965], che scelse di rappresentare i due corsi d'acqua sotto forma di figure umane: un uomo barbuto e una donna vistosamente formosa, entrambi adagiati su un basamento marmoreo.
Nell'agosto del 1937, con la costruzione dell'impianto di erogazione idrica basato su elettropompe, cominciarono i primi lavori. L'ossatura in cemento armato delle vasche fu rivestita in lastre e blocchi di serizzo. Poi toccò alle due statue, realizzate in marmo di Seravezza. I lavori si conclusero rivestendo le vasche con materiale ceramico. Purtroppo la mancata impermeabilizzazione delle vasche portò subito a gravi infiltrazioni, che costrinsero a sospendere l'erogazione dell'acqua.
Se si eccettuano pochi giorni nel 1987, in occasione del cinquantenario di via Roma e della relativa mostra allestita dall'architetto Rosenthal in piazza CLN, l'acqua non è più tornata nelle fontane fino al 2005, quando, a seguito di un radicale restauro delle parti lapidee e di una complessa opera di impermeabilizzazione delle vasche, effettuata in collaborazione con la Smat-Società Metropolitana Acque Torino (che ha provveduto al rifacimento dell'impianto idrico), l'acqua è tornata nuovamente a scorrere nelle due fontane, riaperte solennemente dal sindaco Sergio Chiamparino il 24 giugno 2005, in occasione della festa di San Giovanni Battista, patrono di Torino.

Località: Torino (TO) Regione: Piemonte


share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po Torinese - p. iva 06398410016