Vai alla home di Parks.it

"Triade" di Arnaldo Pomodoro a Torino

Triade di Arnaldo Pomodoro
Triade di Arnaldo Pomodoro
Triade di Arnaldo Pomodoro
Triade di Arnaldo Pomodoro

Porta d'ingresso alla città dei quattro fiumi

Al centro della rotatoria stradale fra i corsi Maroncelli e Unità d'Italia, al confine con il Comune di Moncalieri (corso Trieste) e a pochi passi dal Palazzo del Lavoro di Pier Luigi Nervi, è stata installata "Triade", opera di Arnaldo Pomodoro [Morciano di Romagna, 1926 - vivente], uno dei più significativi e importanti scultori italiani contemporanei di livello mondiale.

Il monumento è costituito da tre colonne cilindriche, realizzate in resine e fibra di vetro e segnate in superficie da fenditure e squarci, segni tipici dell'arte di Arnaldo Pomodoro. Le tre colonne, alte circa 15 metri e con un diametro di un metro e mezzo ciascuna, si ergono da uno sottilissimo velo d'acqua che scorre e che ne esalta la forma svettante verso il cielo.
Il monumento "Triade" installato a Torino costituisce la copia esatta in resine e fibra di vetro dell'opera che Arnaldo Pomodoro ha realizzato nel 1979 in bronzo e ferro e che è attualmente collocata nel giardino di una istituzione privata negli Stati Uniti. Caratteristica specifica dell'opera installata a Torino e che la differenzia dalle consuete sculture in bronzo di Pomodoro, è dunque la sua realizzazione in resina e fibra di vetro con finitura bianca, materiali che consentono di vedere gli interni delle colonne.
Alla sera "Triade" è illuminata da quattro fari sommersi attorno alla base di ciascuna colonna, che mettono in risalto lo slancio della scultura.

La nuova opera d'arte contemporanea è stata inaugurata il 2 febbraio 2006, in occasione delle XX Olimpiadi invernali "Torino 2006".
L'intervento artistico è stato scelto dalla Giunta Comunale di Torino per connotare la "porta d'ingresso sud" (cioè l'accesso alla città per chi proviene da sud, dalle autostrade A6 ed A21), nell'ambito del nuovo Piano Regolatore curato dagli architetti Giorgio De Ferrari, Claudio Germakm, Chiara Ronchetta e Vera Comoli.
L'opera è stata scelta e qui collocata perché, con l'acqua in perenne movimento alla sua base, si presta bene ad essere inserita nel tema "La Città dai quattro fiumi", al quale è stata associata la "porta d'ingresso sud", giacché a poche centinaia di metri dal monumento si trova proprio la confluenza di due dei quattro fiumi torinesi: il Po ed il Sangone. Fu Pomodoro in persona, durante il sopralluogo per studiare l'ambientazione dell'opera, che suggerì di porre alla base della scultura una vasca circolare a falde inclinate, che permettesse di interpretare il tema scelto ("La Città dai quattro fiumi") e contemporaneamente sottolineasse lo slancio della scultura.
"Triade" è stata donata alla città di Torino dalla Fondazione di Arnaldo Pomodoro.

Per mancanza di risorse finanziarie da destinare alla manutenzione della scultura, il 12 novembre 2010 il Comune di Torino ha smantellato e rimosso il monumento, che è stato restituito all'autore.

Località: Torino (TO) Regione: Piemonte


share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po e della Collina Torinese - p. iva 06398410016