Vai alla home di Parks.it

Lapide del Grande Torino

La lapide in ricordo del Grande Torino
La lapide in ricordo del Grande Torino

Alle spalle del complesso barocco della Basilica di Superga sorge il monumento che ricorda la tragedia, qui avvenuta, della squadra di calcio del Grande Torino.

Alle ore 17.03 del 4 maggio 1949 l'aereo Fiat G.212 della compagnia aerea ALI, che riportava a casa l'intera squadra del "Grande Torino", si schiantò per la fitta nebbia contro il muraglione posteriore del complesso architettonico di Superga, causando la morte di tutti i 31 passeggeri. La squadra del Torino, che stava rientrando da Lisbona dopo una partita amichevole con la squadra del Benfica per festeggiare l'addio al calcio del capitano della squadra lusitana José Ferreira, era considerata una delle più forti del mondo in quel periodo, aveva vinto cinque scudetti consecutivi negli ultimi sette anni (i campionati '43-'44 e '44-'45 non furono disputati a causa della guerra) e i suoi giocatori costituivano la gran parte della squadra della Nazionale Italiana. Nello schianto persero la vita tutti i 31 passeggeri: l'intera squadra del Torino calcio, formata da 18 giocatori, i suoi dirigenti ed accompagnatori, i membri dell'equipaggio e tre dei migliori giornalisti italiani: Renato Casalbore (fondatore di Tuttosport), Renato Tosatti (Gazzetta del Popolo) e Luigi Cavallero (La Stampa). Le loro salme furono esposte a Palazzo Madama. Torino si fermò completamente nel giorno dei funerali, ai quali parteciparono quasi un milione di persone ed alcune delegazioni internazionali. Il Governo fu rappresentato nella circostanza dal giovane Andreotti. La squadra del Torino fu proclamata vincitrice a tavolino del campionato, ricevendo così il suo quinto scudetto, nonostante mancassero ancora quattro giornate prima del suo termine. Alle partite successive la squadra del Torino inviò la sua formazione giovanile e altrettanto fecero gli avversari di turno, per rispetto e solidarietà.

Sul muraglione posteriore orientale del complesso architettonico di Superga, nel punto dello schianto, sorge ora la lapide che commemora le vittime. I segni dell'impatto dell'aereo sono ancora visibili oggi su parte del muraglione, non più ricostruita dopo l'incidente.

Comune: Torino (TO)  Regione: Piemonte


share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po Torinese - p. iva 06398410016