Vai alla home di Parks.it

Ecomuseo dei Lavandai di Bertolla a Torino

Per ricordare un mestiere scomparso

Borgata Bertolla, situata all'estrema periferia nord-est della città di Torino, quasi al confine con le città di San Mauro Torinese e di Settimo Torinese, laddove la Stura di Lanzo confluisce nel Po, è luogo noto per la caratteristica attività dei lavandai che, dalla fine dell'Ottocento e in modo organizzato dai primi del Novecento, si occupavano di lavare i panni per tutti gli abitanti di Torino. Chi viveva in città, infatti, non aveva la comodità dell'acqua corrente e degli scarichi all'interno delle abitazioni, e inoltre una ordinanza comunale del 1934 vietava di sciorinare i panni nei rivi cittadini e l'asciugatura degli stessi per le vie della città, al fine di evitare che questa assumesse un aspetto poco decoroso. Così tutte le famiglie erano costrette ad affidare a terzi il lavaggio di lenzuola, tovaglie e indumenti.
La zona di Bertolla, caratterizzata da molti canali (bealere) che portavano l'acqua ai campi coltivati a granoturco o a foraggio per il bestiame, divenne il quartiere dei lavandai. Qui si sfruttava la ricchezza d'acqua e la possibilità di usare gli spazi di campagna come asciugatoi naturali, per sviluppare la redditizia ma faticosissima attività di lavanderia.
Per ricordare e non perdere la memoria di questo passato, il gruppo storico "La lavandera ed ij lavandè 'd Bertula" dal 1997 promuove le tradizioni, i costumi e le usanze del quartiere Bertolla di Torino ed ha allestito un museo, in Strada Bertolla 113, vicino alla Parrocchia di S. Grato, in cui sono raccolte testimonianze fotografiche e materiale dell'epoca che raccontano l'attività dei lavandai. Ogni anno, nella prima quindicina di settembre, il gruppo storico sfila in costume per le vie del quartiere Bertolla, al fine di tenere vivo il ricordo della storia della borgata e per far vivere agli appassionati ed ai nostalgici un po' di passato.

Testo adattato dall'originale di Eleonora Bellino Tripi.

Indirizzo: Strada Bertolla 113, presso la parrocchia di San Grato.
Informazioni: Tel. 011/2424323 - Fax 011/2053103 - E-mail: ecomuseo6@comune.torino.it
Ingresso: gratuito, tutti i giorni, ma solamente su prenotazione al n. 349/8722649.

Località: Torino (TO) Regione: Piemonte


share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po Torinese - p. iva 06398410016