Vai alla home di Parks.it

Castello del Drosso a Torino

Castello del Drosso
Castello del Drosso
Castello del Drosso
Castello del Drosso

Nato come grangia fortificata

Il Castello del Drosso sorge all'estrema periferia meridionale di Torino, nel quartiere Mirafiori Sud, quasi al confine coi comuni di Nichelino e Beinasco.
Nessuna cronaca tramanda l'anno di costruzione della prima struttura fortificata nella zona del Drosso. Per lungo tempo gli edifici del Drosso dovettero essere una grangia ben fortificata, con mura robuste, sorte forse intorno alla corte quadrata di una più antica ed ipotetica villa romana.
Verso il 1233 al Drosso giunsero i monaci benedettini cistercensi, provenienti dalla già potente Abbazia di Staffarda. L'operosità dei benedettini creò prosperità e diede avvio al Drosso a numerose attività, quali la sartoria, la conceria, la mascalcia, la calzoleria, il mulino, il forno.
Al Drosso i monaci di Staffarda continuarono a curare l'ingrandimento dei propri beni fino a quando, dopo alterne vicende politiche e, forse, anche a causa di continue contese, il 21 maggio 1334 l'abate di Staffarda vendette la grangia del Drosso e tutti i suoi beni a Corrado di Gorzano.
Dopo questa vendita la grangia del Drosso fu trasformata in castello.
La struttura fortificata del Drosso si presenta oggi quadrilatera, con torri ai quattro angoli, che dovevano un tempo essere munite di merli. Unite al castello vi sono due cascine; una di esse, posta sul fianco orientale, conserva ancora oggi una torre di vedetta e presenta alcune murature a lisca di pesce, caratteristiche del XIII secolo.
Nel 1496 alterne vicende portarono al frazionamento del castello in quattro parti e alla sua divisione fra più proprietari.
Nel 1539 Guglielmo Gromis di Trana acquistò gran parte dei frazionamenti, che da quel momento rimasero per secoli in proprietà della famiglia Gromis. Dal 1539 il castello del Drosso diventò residenza di campagna delle nobili famiglie che frequentavano la corte ducale della vicina reggia di Miraflores, la cui ricchezza fece trascurare il Drosso, che venne così risparmiato da guerre e saccheggi.
Il discendente Carlo Gromis di Trana nell'Ottocento comperò i lotti del castello del Drosso non ancora in proprietà della famiglia e restaurò l'intero castello.
Durante l'occupazione nazista il castello fu costretto ad ospitare il comando "Torino Sud" dell'esercito tedesco.

Il Castello del Drosso è proprietà privata e non è aperto al pubblico.

Località: Torino (TO) Regione: Piemonte


share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po Torinese - p. iva 06398410016